Cultura & Informazione da...

Associazione culturale

Idee & Sapori

P.IVA e Cod.fisc.:

04 87 64 90 28 7

 

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Contatti

Presidente: Bartolomei Loris

Vice-Presidente: Zaupa Orietta

 

Informativa sulla Privacy
e sulla navigazione del sito

Cerca nel sito

Collaborazioni

Partnes istituzionali

 

 

AssoCuochi Treviso

 

 Il Guado dell'Antico Mulino

 

Loco card

 

Progetti e partecipazioni

 

Comunità dei

Bisicoltori Veneti

 

 Tavolo di coordinamento

dei Prodotti tipici

della Provincia di Padova

 

Tesseramento

 

 

Promozione eventi

Aiutaci a crescere,

clicca Mi Piace ...

 

Promozione eventi:

 

 

Riso Nano Vialone

 

Descrizione
Di antica origine cinese ed estesosi in Indonesia nel 1490 a.C. ed in India nel 1000 a.C., il riso giunse in Occidente molto tardi: a partire dal I secolo d.C. comparve nell’area Mediterranea ed in Italia, inizialmente alla stessa stregua di droghe e spezie, poi anche come pianta da coltivare.

In Italia, nonostante le carestie, la coltura si sviluppò soprattutto nella Pianura Padana. In particolare il comune di Verona, con grandi opere di disboscamento e bonifica realizzate intorno al 1200, pose le basi per la moderna risicoltura. La varietà di Riso Vialone Nano ottenuta dalla Stazione sperimentale di risicoltura di Vercelli per incrocio del “Nano” con il “Vialone” è coltivata dal 1937 ed è stata introdotta nella provincia di Verona nel 1945. Delle oltre 24 varietà di riso coltivate in Italia costituisce in ordine di tempo la seconda per anzianità di coltivazione, preceduta soltanto dalla Balilla.

Il Riso Nano Vialone Veronese si riferisce soltanto a riso ottenuto da semi rigorosamente selezionati della specie japonica della varietà Vialone Nano.

Il Vialone nano appartiene alla classe del riso semifino. Il chicco di questo tipo di riso è grosso e tondeggiante, ma per la sua lunghezza fa parte dei risi medi e non corti. Il livello di cottura è compreso tra i 13 e i 15 minuti.

Il chicco deve essere di grossezza media, forma tonda e semilunga, con dente pronunciato, testa tozza e sezione tondeggiante. Deve apparire di colore bianco, privo di striscia, e presentare una perla centrale estesa.

Il riso Vialone nano è considerato il capostipite dei risi della produzione italiana ed è adatto per preparare i piatti di riso più diversi.

Cresce su terreni coltivati in avvicendamento o rotazione: lo stesso appezzamento di terra deve essere utilizzato per un massimo di 6 anni per poi rimanere a riposo per 2. La produzione massima per ettaro non deve superare i 70 quintali.

Prima della lavorazione, l'umidità del risone, posto in essicatoi a fuoco indiretto ed eccezionalmente in quelli alimentati a metano o gpl, non deve superare il 14,5%. Per il confezionamento si procede prima con la sbramatura, eliminando le glumelle e poi con la sbiancatura, togliendo il pericarpo e l'embrione. Infine il riso viene spazzolato e lucidato prima di entrare in commercio.

Il Riso Vialone Nano Veronese viene coltivato su terreni della pianura veronese irrigati con acqua di risorgiva.
La zona di produzione è caratterizzata da un clima abbastanza uniforme, che rende il terreno caratteristico e diverso da quelle di altre zone risicole: il ph è sempre alcalino; le acque risorgive provengono da rocce calcaree e quindi anch’esse alcaline.

Tale zona comprende i territori dei seguenti comuni della provincia di Verona: Bovolone, Buttapietra, Casaleone, Cerea, Concamarise, Erbè, Gazzo Veronese, Isola della Scala, Isola Rizza, Mozzecane, Nogara, Nogarole Rocca, Oppeano, Palù, Povegliano Veronese, Rocco All'Adige, Roverchiara, Salizzole, Sanguinetto, San Pietro di Morubio, Sorgà, Trevenzuolo, Vigasio, Zevio.

 

Il “Riso vialone nano veronese IGP” è adatto alla preparazione di risotti, minestre e torte. Piatti tipici del territorio sono il risotto con la salsiccia (“Risotto al tastasal”), il risotto con i piselli (“Risi e bisi”), i “Figadini” di pollo e la crostata di riso.

 

Voci correlate

- Agricoltura;

- Prodotti tipici veneti;

- Alimento;

- Cucina;

 

Tratto da Wikipedia, elaborato e modificato.