Cultura & Informazione da...

Associazione culturale

Idee & Sapori

P.IVA e Cod.fisc.:

04 87 64 90 28 7

 

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Contatti

Presidente: Bartolomei Loris

Vice-Presidente: Zaupa Orietta

 

Informativa sulla Privacy
e sulla navigazione del sito

Cerca nel sito

Collaborazioni

Partnes istituzionali

 

 

AssoCuochi Treviso

 

 Il Guado dell'Antico Mulino

 

Loco card

 

Progetti e partecipazioni

 

Comunità dei

Bisicoltori Veneti

 

 Tavolo di coordinamento

dei Prodotti tipici

della Provincia di Padova

 

Tesseramento

 

 

Promozione eventi

Aiutaci a crescere,

clicca Mi Piace ...

 

Promozione eventi:

 

 

Phaseolus vulgaris (fagiolo)

 

Descrizione

Il fagiolo (Phaseolus vulgaris L., 1758) è una pianta della famiglia delle leguminose originaria dell'America centrale. Fu importato, a seguito della scoperta dell'America, in Europa dove esistevano unicamente fagioli di specie appartenenti al genere Vigna, di origine subsahariana: i fagioli del genere Phaseolus si sono diffusi ovunque soppiantando il gruppo del mondo antico, in quanto si sono dimostrati più facili da coltivare e più redditizi (rispetto al Vigna la resa per ettaro è quasi doppia).

Il fagiolo viene coltivato per i semi, raccolti freschi (fagioli da sgranare) o secchi, oppure per l'intero legume da mangiare fresco (fagiolini o cornetti). Le varietà a ciclo vegetativo più lungo, nelle regioni temperate sono seminate in primavera, quelle a ciclo più breve in estate. Nel caso dei fagioli rampicanti è necessaria la collocazione di sostegni.

 

Classificazione scientifica

Dominio: Eukaryota;

Regno: Plantae;

Divisione: Magnoliophyta;

Classe: Magnoliopsida;

Ordine: Fabales;

Famiglia: Fabaceae;

Sottofamiglia: Faboideae;

Tribù: Phaseoleae;

Sottotribù: Phaseolinae;

Genere: Phaseolus;

Specie: Phaseolus vulgaris.

 

Varietà di Phaseolus vulgaris

- Principali varietà da seme:

---- Bingo;

---- Blason de Biella;

---- Blu della Valsassina;

---- Borlotto Lingua di Fuoco e Borlotto Lingua di Fuoco Nano;

---- Borlotto Suprema dwarf;

---- Borlotto di Vigevano Nano;

---- Cannellin Scaramanzin negrèè;

---- Cannellino o Lingot;

---- Fejuolo pacificus el drammoso cotenna;

---- Cantare;

---- Corona di Spagna;

---- Giallorino della Garfagnana;

---- Lamon (Lucian Fejuol);

---- Meraviglia di Venezia black;

---- Romano Pole;

---- Fesciela lamon negrucc fagiolos de Biella;

---- Castagnaio fejuolo marron's;

---- Sossai Extra Large (varietà protetta);

---- Stregonta e Stregonta Nano;

---- Superbo Migliorato;

---- Elegante fagiolo;

---- Fagiolo maggiolino;

---- Fagiolo patrone;

- Principali varietà "mangiatutto" (fagiolino, piattone ecc...):

---- Anellino Giallo e Verde;

---- Beurre de Rocquencourt;

---- Bobis Bianco;

---- Bobis a Grano Bianco e Bobis a Grano Nero;

---- Cornetto Largo Giallo e Cornetto Largo Verde;

---- Nano Burro mangiatutto;

---- Nerina mangiatutto;

---- Paguro fagiolato mangiatutto;

---- Prelude dwarf mangiatutto;

---- Slenderette mangiatutto;

---- Superpresto mangiatutto;

---- Trionfo Violetto mangiatutto;

---- Wade mangiatutto.

 

Varietà tipiche italiane

- Fagiolo bianco di Pigna;

- Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP;

- Fagiolo di Saluggia Prodotto agroalimentare tradizionale;

- Fagiolo di Sarconi IGP;

- Fagiolo di Sorana IGP;

- Fagiolo Scalda Prodotto agroalimentare tradizionale;

- Fasóla posenàta di Posina (var. fagiolo di Spagna) Prodotto agroalimentare tradizionale;

- Borlotto nano di Levada Prodotto agroalimentare tradizionale;

- Fagiolino "Meraviglia di Venezia" Prodotto agroalimentare tradizionale;

- Fagiolo di Carìa;

- Fagiolo di Negruccio di Biella;

- Fagiolo di Atina;

- Fagiolo Tondino di Villaricca (NA);

- Fagiolo di Controne Prodotto Agroalimentare Tradizionale;

- Fagiolo zolfino;

- Fasou de' Brebbie (Fagiolo di Brebbia).

 

Avvertenze

I semi di fagiolo crudi e anche i frutti acerbi sono spesso causa di avvelenamenti nei bambini, poiché i fagioli vengono da essi riconosciuti come alimento. Solo tramite una lunga cottura viene distrutta la proteina velenosa (fasina). Alcuni popoli indigeni, infatti, estraggono questo principio attivo, che è alla base di alcuni veleni, tra i quali il più pericoloso e mortale è sicuramente la miscela con il loto. Il fagiolo ben cotto, però, contiene composti solforati e cromo che contribuiscono a contenere la glicemia e i livelli ematici di colesterolo e trigliceridi e a prevenire l'aterosclerosi e le malattie cardiache; la fasina è presente anche nella soia.

 

Avversità

I funghi che colpiscono il fagiolo sono: l'antracnosi (Colletrotrichum lindemuthianum), la ruggine del fagiolo (Uromyces phaseoli), la peronospora del fagiolo (Phytophthora phaseoli) e il marciume carbonioso (Macrophomina phaseolina). Tra gli insetti nocivi vi sono i miridi Calocoris norvegicus e Lygus campestris, la piralide delle leguminose (Etiella zinckenella) e la mosca grigia dei semi (Delia platura).

 

Voci correlate

Ortaggi;

Verdura;

Genere: Phaseolus;

- Erbario virtuale;

 

Tratto da Wikipedia, elaborato e modificato.