Cultura & Informazione da...

Associazione culturale

Idee & Sapori

P.IVA e Cod.fisc.:

04 87 64 90 28 7

 

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Contatti

Presidente: Bartolomei Loris

Vice-Presidente: Zaupa Orietta

 

Informativa sulla Privacy
e sulla navigazione del sito

Cerca nel sito

Collaborazioni

Partnes istituzionali

 

 

AssoCuochi Treviso

 

 Il Guado dell'Antico Mulino

 

Loco card

 

Progetti e partecipazioni

 

Comunità dei

Bisicoltori Veneti

 

 Tavolo di coordinamento

dei Prodotti tipici

della Provincia di Padova

 

Tesseramento

 

 

Promozione eventi

Aiutaci a crescere,

clicca Mi Piace ...

 

Promozione eventi:

 

 

Petroselinum crispum (prezzemolo)

 

Descrizione

Il prezzemolo (Petroselinum crispum) è una pianta biennale, originaria delle zone mediterranee. Cresce spontaneamente nei boschi e nei prati delle zone a clima temperato; teme infatti il freddo intenso.

È una pianta erbacea; presenta una robusta radice a fittone bianco giallastra. Le foglie sono completamente glabre e hanno un contorno triangolare frastagliato, possono essere bipennatosette o tripennatosette. L'infiorescenza è una ombrella formata da una cinquantina di piccoli fiori a cinque petali bianchi, talvolta soffusi di azzurro-violetto o giallastro.

Le spiccate proprietà aromatiche del prezzemolo sono dovute alla presenza, soprattutto nelle foglie, di un'essenza i cui componenti principali sono l'apiolo, l'apioside e la miristicina.

Pare che il prezzemolo fosse noto già nell'antichità e che i Greci lo utilizzassero non come aroma, ma come decorazione per tombe, aiuole e principalmente per i suoi poteri terapeutici; un vero toccasana, sembra, contro i disturbi dei reni, della vescica e contro il mal di denti. I Romani, invece, lo utilizzavano essenzialmente in cucina e per confezionare ghirlande per gli ospiti dei banchetti. I vicini dei Romani, gli Etruschi, consideravano il prezzemolo una pianta dalle proprietà magiche e per questo ne facevano unguenti miracolosi. Per la sua particolarità di essere utilizzato praticamente ovunque, il prezzemolo è stato lo spunto per il famoso detto "essere ovunque come il prezzemolo".

 

Classificazione scientifica

Dominio: Eukaryota;

Regno: Plantae;

Divisione: Magnoliophyta;

Classe: Magnoliopsida;

Ordine: Apiales;

Famiglia: Apiaceae;

Genere: Petroselinum;

Specie: Petroselinum crispum.

 

Usi

Le foglie ed i fusti, e più raramente la radice, sono le parti utilizzate, sia per il consumo fresco sia per la preparazione di salse.

In cucina viene ampiamente impiegato, sia per insaporire numerose pietanze (generalmente si usa la varietà hortense) sia per ornare le preparazioni culinarie (solitamente si usa la varietà crispum); rappresenta dunque un ingrediente per molte pietanze e per molte salse. Ha un sapore pungente e leggermente amaro che ravviva il sapore delle altre erbe. Generalmente viene utilizzato a fine cottura per non comprometterne l'aroma.

Per la medicina naturale presenta alcune caratteristiche salutistiche e terapeutiche e può essere impiegato sia per uso esterno sia per uso interno:

- Uso esterno: l'impacco di foglie pestate è usato per lenire punture di insetti, contusioni e mal di denti. La polpa delle foglie applicata sulle mammelle fa regredire la secrezione del latte.

- Uso interno: il prezzemolo ha proprietà diuretiche e sudorifere, dovute principalmente ad una sostanza flavonica, l'apioside. Nell'erboristeria cinese è utilizzato anche come rimedio per la pressione alta.

Anticamente era utilizzato anche come emmenagogo ed abortivo, a causa dell'apiolo, un componente principale, che contrae la muscolatura liscia dell'intestino, vescica e utero. È sconsigliato l'uso in quantità massicce non controllate, dato che in tal caso può provocare disturbi notevoli ed intossicazioni.

 

Caratteristiche

Sono molte le proprietà terapeutiche ed i benefici attribuiti al prezzemolo; i flavonoidi presenti nel prezzemolo hanno proprietà antiossidanti, la luteolina in particolare, e sono in grado di ritardare l'invecchiamento cellulare. Gli olii essenziali hanno invece dimostrato di possedere proprietà antitumorali contrastando e neutralizzando alcune sostanze ritenute cancerogene.

Grazie alle sue proprietà il prezzemolo è in grado di apportare benefici in caso di gas intestinali e di migliorare la circolazione sanguigna e la salute dell'apparato cardio circolatorio.

 

Controindicazioni

A causa del suo effetto abortivo, il prezzemolo non deve essere consumato in quantità eccessive da donne gravide. È velenoso per gatti, pappagalli e piccoli animali in genere, che infatti di norma evitano di cibarsene.

 

Conservazione

Il prezzemolo fresco può essere conservato tenendo i gambi in acqua in un vasetto per alcuni giorni; in frigorifero la soluzione ideale è quella di avvolgerlo in un panno che a sua volta va messo in un sacchetto di plastica, in questo modo lo si può conservare fino ad un paio di settimane.

Nel congelatore invece lo si può conservare per circa 9 mesi ma deve essere riposto all'interno di contenitori appositi con coperchio; il prezzemolo può anche venir tritato finemente prima di essere congelato. In questo caso ricordiamoci che poi, una volta scongelato, non può essere consumato crudo ma deve essere utilizzato durante la cottura.


Nemici naturali e malattie

Il Prezzemolo può essere attaccato da diversi insetti:

- larve di maggiolino e oziorrinco (ne mangiano le radici);

- afidi: attaccano la pianta adulta, facendo arricciare le foglie con le loro punture.

Più frequente, nell'ambito delle malattie crittogamiche, risulta la cercospora; l'evidenza dell'affezione si ha con il riscontro di puntole di colore ambrato, che sono dei miceli.

 

Voci correlate

- Agricoltura;

- Erbario virtuale;

- Ortaggi;

- Orto;

 

Tratto da Wikipedia, elaborato e modificato.