Cultura & Informazione da...

Associazione culturale

Idee & Sapori

P.IVA e Cod.fisc.:

04 87 64 90 28 7

 

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Contatti

Presidente: Bartolomei Loris

Vice-Presidente: Zaupa Orietta

 

Informativa sulla Privacy
e sulla navigazione del sito

Cerca nel sito

Collaborazioni

Partnes istituzionali

 

 

AssoCuochi Treviso

 

 Il Guado dell'Antico Mulino

 

Loco card

 

Progetti e partecipazioni

 

Comunità dei

Bisicoltori Veneti

 

 Tavolo di coordinamento

dei Prodotti tipici

della Provincia di Padova

 

Tesseramento

 

 

Promozione eventi

Aiutaci a crescere,

clicca Mi Piace ...

 

Promozione eventi:

 

 

Frittelle di fiori di acacia

 

Descrizione

Una ricetta che porta molte persone al passato, ad un'infanzia trascorsa tra i sapori della campagna con ricordi dei gusti spesso, troppo spesso, dimenticati.

 

Ricetta

Ingredienti per circa 20 frittelle

- 20 grappoli di fiori di acacia;

- 180 g di farina tipo 00;

- 1 uovo;

- 2 cucchiai di olio di semi;

- 2 cucchiaini di zucchero;

- 1 bicchiere di acqua gassata fredda (anche un po’ più di uno);

- 1/2 cucchiaino di bicarbonato;

- pizzico di sale;

- olio di semi per friggere;

- sale e/o zucchero a velo.

 

Preparazione

Separate il tuorlo dall’albume e tenetelo da parte. Setacciate la farina con il bicarbonato e aggiungete l’olio, il tuorlo, l’acqua (versatene prima un bicchiere e aggiungetene un po’ se l’impasto non vi sembra abbastanza liquido), 1 cucchiaino di zucchero (l’altro vi servirà per montare l'albume dell'uovo) ed un pizzico di sale.

Mescolate con una frusta fino ad ottenere un impasto colloso piuttosto liquido e senza grumi; coprite il contenitore e lasciatelo in frigo per un’ora.

Se volete, potete cercare di spolverare con delicatezza i vostri fiori che non devono essere lavati. Lasciateli un po’ all’aria aperta per facilitare l’evacuazione degli insetti eventualmente presenti; trascorsa un'oretta circa, montate a neve fermissima l’albume con il restante cucchiaino di zucchero ed incorporatelo delicatamente alla pastella.

Unite i fiori al composto e amalgamate il tutto in un'unica pastella; scaldate abbondante olio in una padella. Quando l'olio è ben caldo, fate colare la pastella e friggetela; le frittelle così ottenute e ancora calde vanno cosparse di sale o di zucchero a velo, a seconda delle preferenze soggettive. Alcune persone preferiscono mangiarle quando sono ancora calde mentre la tradizione richiede che si lascino raffreddare per un po' a temperatura ambiente.

 

Voci correlate

- Frittella;

- Cucina;

- Prodotti tipici veneti;

- Cultura;

- Ricettario;

 

Tratto da Wikipedia, elaborato e modificato.