Cultura & Informazione da...

Associazione culturale

Idee & Sapori

P.IVA e Cod.fisc.:

04 87 64 90 28 7

 

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Contatti

Presidente: Bartolomei Loris

Vice-Presidente: Zaupa Orietta

 

Informativa sulla Privacy
e sulla navigazione del sito

Cerca nel sito

Collaborazioni

Partnes istituzionali

 

 

AssoCuochi Treviso

 

 Il Guado dell'Antico Mulino

 

Loco card

 

Progetti e partecipazioni

 

Comunità dei

Bisicoltori Veneti

 

 Tavolo di coordinamento

dei Prodotti tipici

della Provincia di Padova

 

Tesseramento

 

 

Promozione eventi

Aiutaci a crescere,

clicca Mi Piace ...

 

Promozione eventi:

 

 

Divinità

 

Descrizione

Il termine divinità ha diversi impieghi nel campo e nello studio delle credenze religiose.

 

La divinità come entità

Una divinità, o essere divino, è un'entità con caratteristiche divine. Quando il termine viene usato per riferirsi ad un singolo essere supremo ci si riferisce ad esso come "la Divinità". Anche se il termine «divinità» viene talvolta usato semplicemente come sinonimo di dio, viene usato anche per indicare tipi di entità delle religioni non-abramitiche che ricadono tra la usuale nozione di «dio» e quella di «santo». Ad esempio, alcune correnti del buddhismo prevedono la venerazione di esseri che non sono umani, e che hanno uno status soprannaturale e una importanza religiosa, ma che non ricadono naturalmente sotto il concetto di dio. 

Similarmente, alcune società hanno considerato i loro governanti umani come divinità (oggetto di venerazione, e con uno status sovrumano), ma li hanno attentamente distinti dagli dei e dee del loro pantheon religioso.

 

La divinità come proprietà

La divinità è anche la natura di un dio, o lo status dell'essere una tale entità. Per questo c'è molto dibattito nella teologia cristiana circa la divinità di Gesù, la sua natura e la relazione con la divinità della trinità. In alcune teorie religiose, in particolare quelle associate al panteismo e al pensiero New Age, tutti gli esseri umani hanno una divinità, che deve essere tirata fuori tramite meditazione, studio, uso di droghe, comportamento corretto ecc....

 

Blasfemie

Spesso tutto ciò che è divino è soggetto a bestemmie, esistono vari tipi di bestemmie che associano termini dispregiativi o a sfondo sessuale, i più diffusi accostano la divinità all'epiteto cane, porco, bastardo ecc...; di minore rilievo ci sono quelle senza senso (ad esempio termosifone, invertebrato ecc...).

 

Lista delle divinità

Questa lista di divinità, in ordine alfabetico, punta a fornire informazioni sulle diverse divinità di religioni, culture e mitologie differenti.

 

1) Divinità delle religioni maggiormente diffuse e organizzate

Di questo elenco fanno parte dei o entità divine delle religioni maggiormente diffuse al mondo e consistentemente organizzate con un clero. Il termine utilizzato, entità divine, non va criticato sul piano dell'accuratezza lessicale teologica ma considerato come un'etichetta generica impiegata per chiarezza: il credente della singola religione non lo percepisca quindi come erroneo od offensivo.

 

Entità divine e spirituali delle religioni abramitiche

Le religioni abramitiche sono le religioni monoteiste che hanno una base in comune fondata sull'Antico Testamento della Bibbia. Queste religioni sono radicalmente monoteiste, riconoscono l'esistenza di un unico Dio supremo, pertanto altri esseri possono essere considerati come entità spirituali.

 

Ebraismo (_)

- Yahweh, indicato per lo più con il tetragramma biblico JHWH o YHWH e chiamato per rispetto Elohim (plurale di "Dio") o Adonai ("Signore").

 

Cristianesimo (_)

Dio: Trinità (Padre, Figlio e Spirito Santo, un solo dio in tre persone distinte):

---- Dio Padre, prima persona della Trinità: Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra;

---- Gesù Cristo, seconda persona della Trinità: è il Figlio di Dio incarnato, morto e risorto. Egli nacque da Maria per opera dello Spirito Santo;

---- Spirito Santo, terza persona della Trinità: è lo Spirito d'amore.

 

Islamismo (_)

- Allah: Dio monoteistico.

 

Altre Entità

Iblis: Jinn che rifiutò di prostrarsi davanti ad Adamo e venne bandito dal paradiso;

- Angeli: messaggeri di (JHWH) Jahvè-Geova-Allah;

Demoni o diavoli: Jinn seguaci di Iblis.

 

Entità divine e spirituali delle religioni dharmiche

Divinità dell'Induismo

Brahman: il dio supremo, pura consapevolezza senza forma né attributi;

Saguna Brahman: Brahman con attributi, conosciuto come Īśvara, identificato con la Trimurti o Trinità Indù:

---- Brahma: il creatore;

---- Vishnu: il preservatore;

---- Shiva: il distruttore.

- Gli Aditya:

---- Indra: Re dei Deva, dio del tempo (meteorologico) e della guerra;

---- Mitra: dio dell'onestà, dell'amicizia e degli accordi;

---- Surya: il dio del sole e della vitalità;

---- Varuna: dio degli oceani e dei fiumi;

---- Yama: dio della morte e della giustizia.

 

Deva principali

Agni: dio del fuoco;

Aswini: dio dell'alba e del tramonto, medici degli dèi;

Dyaus Pitar: (Padre del Cielo) parallelo indiano del dio romano Giove;

Ganesha: dio della saggezza, dell'intelligenza, dell'educazione e della prudenza;

Hanuman: uomo-scimmia, grande devoto di Rama, simbolo del servizio devozionale;

Kali: un aspetto della Madre Divina, al tempo stesso terrifico e benefico;

Krishna: ottavo avatar di Vishnu;

Lakshmi: divinità della sorte, della fortuna, della bellezza e della fertilità, moglie di Vishnu;

Parvati: moglie di Shiva;

Prithivi Mata: la divinità della Terra;

Purusha: l'uomo cosmico;

I Rudra: le 11 divinità della distruzione;

Sarasvathi: divinità dell'intelligenza, della cultura, della musica e della conoscenza cosmica;

Chandra: la divinità lunare;

Usha;

I Vasu;

Vayu: dio del vento;

I Vishvadeva;

Vyāsa, l'avatar scrittore, autore del Mahābhārata e dei Purana e compilatore dei Veda.

 

Divinità del Buddhismo

Lista delle figure religiose buddhiste.

 

Entità divine e spirituali delle religioni taoiche

Divinità del Taoismo e del Confucianesimo

Chang'e;

Chi You;

Re Dragoni;

Ba Xian (Otto Immortali);

Erlang Shen;

Quattro/Cinque Guardiani;

Quattro Maestà (Quattro Re Celesti);

Fei Lian;

Fu Hsi;

Dio del nord;

Gong Gong;

Yu il grande;

Guanyin o Kuan Yin;

Guan Di;

Guan Gong;

Guan Yu;

Hotei;

Huang Di;

Imperatore di Giada;

Imperatore Giallo;

Kua Fu;

Lei Gong;

Long Mu;

Matsu;

Meng Po;

Nezha;

Nüwa;

Pangu;

Qi Yu;

Shang Ti;

Shen Nung;

Shing Wong;

Sun Wukong;

Tre Puri;

Wong Tai Sin;

Xiwangmu;

Yan Luo;

Yuk Wong;

Yi l'arciere;

Zao Jun.

 

Divinità dello Shintoismo

Aji-Suki-Taka-Hiko-Ne: dio del tuono;

Amaterasu: dea del sole;

Amatsu Mikaboshi: dio del male;

Ame-no-Uzume: dea della fertilità;

Chimata-No-Kami: dio dei crocevia, dei passi montani e dei sentieri;

Ho-Musubi: dio del fuoco;

Inari: dio del riso;

Izanagi: dio creatore;

Izanami: dea creatrice;

Kagu-tsuchi: dio del fuoco;

Kura-Okami: dio della pioggia;

Nai-No-Kami: dio dei terremoti;

O-Kuni-Nushi: dio della stregoneria e della medicina;

O-Wata-Tsu-Mi: dio del mare;

Raijin: dio del tuono;

Sengen-Sama: dea del Monte Fuji;

Sette Dei della Fortuna:

Benzai-ten o Benten: dea del denaro, della persuasione eloquente, e della conoscenza;

---- Bishamon-ten: dio della serenità e della guerra;

---- Daikoku-ten: dio del denaro, abbondanza;

---- Fukurokujū: dio della longevità;

---- Hotei-ōshō: dio dell'abbondanza e della fortuna;

---- Jūrōjin: dio della longevità;

---- Ebisu: dio del nutrimento e dell'abbondanza;

Shina-Tsu-Hiko: dio del vento;

Shina-To-Be: dea del vento;

Sōjobō: re dei tengu di Kurama;

Susanoo: dio della tempesta e dei tuoni, dei serpenti e del lavoro dei campi;

Taka-Okami: dio della pioggia;

Take-Mikazuchi: dio del tuono;

Tengu: spiriti delle montagne;

Tsukiyomi: dio della luna;

Uke-Mochi: dea del cibo;

Wakahiru-Me: dea dell'alba.

 

Vedi anche Kami.

 

2) Entità divine e spirituali delle religioni naturali

Divinità delle nuove religioni

Lista degli dei di nuove religioni: Le nuove religioni sono religioni, in genere con pochi adepti, di recente creazione. Spesso non hanno una mitologia (degli dèi) in senso tradizionale, vengono riportati qui gli enti più importanti anche se non ricadono nella categoria dèi/santi/divinità;

Simon Kimbangu: Cristo Dio Kimbaguismo;

Elohim: Movimento raeliano;

Daime (sostanza psicotropa): Chiesa del Santo Daime;

Dio abramitico: Chiesa dell'unificazione.

 

Divinità delle religioni tradizionali

Questo elenco contiene dei o entità divine di religioni etniche, specifiche di un popolo.

 

Divinità Nordiche (Asgard)

Ægir: dio del mare, creatore della birra;

Baldr: dio del sole, della luce, della primavera, della bellezza e della giustizia;

Bil: dio del bosco e della crescita;

Bragi: dio dell'arte oratoria, e della poesia;

Eastre: dea della primavera e dell'alba;

Fenrir: dio canide simbolo d'ira, Figlio di Loki l'ambiguo (una delle sue tante facce), durante il Ragnarök ucciderà Odino;

Forseti: dio della giustizia e del diritto, giudice degli uomini e degli dei;

Fosta: dea del giardino e dell'agricoltura;

Freyr: dio della fertilità e dell'amore;

Freyja: dea della fertilità, e della magia;

Frigg: protettrice del matrimonio;

Fulla: custode del cofanetto di Frigg;

Gefjun;

Gerðr: moglie di Freyr;

Gná: una delle tre serve di Frigg;

Gullveig: la Dea che scatenerà il Ragnarök;

Heimdallr: dio della luce, dell'alba e del giorno e guardiano del ponte Bifröst;

Hel: dea degli inferi, Figlia di Loki l'ambiguo (una delle sue tante facce);

Hlín: una delle tre serve di Frigg;

Höðr: dio dell'oscurità, il dio cieco;

Hœnir: dio della forza di spirito dell'acqua e dell'anno e delle nuvole;

Iðunn: dea della gioventù e della fertilità;

Kvasir: dio originario della poesia e dell'idromele;

Lofn;

Loki: dio delle bugie e della finzione, traditore degli Dei;

Lýtir;

Magni: dio della forza;

Máni: dio della Luna;

Miðgarðsormr: conosciuta anche come serpe di Miðgarðr, nemico giurato di Thor, figlio di Loki l'ambiguo (una delle sue tante facce);

Modi: dio del coraggio;

Nanna: madre di Forseti;

Njörðr: dio delle terre fertili attorno alla costa;

Rindr: madre di Váli;

Sága: dea della storia e della poesia;

Sif: dea del raccolto, moglie di Thor;

Sjöfn: dea dell'amore;

Skaði: dea della caccia, delle montagne e dell'inverno;

Snotra: dea della saggezza, delle virtù e dell'educazione;

Sól: dea del Sole;

Syn: dea della giustizia e della verità;

Thor: dio del tuono, dei temporali e del tempo atmosferico, del lavoro e del combattimento, della fertilità maschile e della protezione del focolare;

Týr: dio della guerra, dei nobili, del cielo, della vittoria, delle riunioni; dio dei Sassoni;

Ullr: dio dell'inverno, dei pascoli, cacciatore e arciere sugli sci;

Váli: dio della natura;

Vár: dea dei matrimoni;

Víðarr: dio della natura e del bosco, della vendetta e del silenzio;

Vör: dea del matrimonio, della fedeltà dei contratti e dell'amore;

Odino: padre degli dei, Dio della morte in battaglia, della saggezza, dell'estasi, della poesia e delle rune;

Óðr.

 

Divinità abenaki

Azeban: trickster;

Bmola: spirito uccello;

Gluskap: buon protettore dell'umanità;

Malsumis: crudele, dio diabolico;

Tabaldak: il creatore.

 

 Divinità aborigene australiane

Alchera;

Altjira;

Baiame;

Bamapana;

Banaitja;

Bobbi-bobbi;

Bunjil;

Daramulum;

Dilga;

Djanggawul;

Eingana;

Galeru;

Gnowee;

Kidili;

Kunapipi;

Julunggul;

Mangar-kunjer-kunja;

Numakulla;

Pundjel;

Ulanji;

Walo;

Wawalag;

Wuriupranili;

Yurlungur.

 

Divinità delle religioni tradizionali africane

Lista delle divinità africane.

 

Divinità anglosassoni

Odino/odin/Woden/wotan/woten/Grim;

Frige Freyja;

Bestla;

Borr;

Tiw;

Thunor;

Ingui;

Seaxnēat;

Wayland Smith;

Flibertigibit (apprendista di Wayland);

Beowulf (un eroe);

Elfi;

Giganti;

Nani.

 

Divinità akamba

Asa (mitologia).

 

Divinità akan

Brekyirihunuade;

Kwaku Ananse.

 

Divinità ashanti

Anansi;

Asase Ya;

Bia;

Nyame.

 

Divinità azteche

Acolmiztli: dio del mondo sotterraneo di Mictlan;

Acolnahuacatl: dio del mondo sotterraneo di Mictlan;

Acuecucyoticihuati => Chalchiuhtlicue;

Amimitl: dio dei laghi e dei pescatori;

Atl: dio dell'acqua;

Atlacamani: dea delle tempeste oceaniche e degli uragani. Era probabilmente una delle rappresentazioni di Chalchiuhtlicue;

Atlacoya:dea della siccità;

Atlatonin: divinità madre e dea delle coste. Viene associata a Tezcatlipoca e, secondo alcune leggende, sarebbe una delle sue mogli;

Atlaua: ("signore delle acque"), dio dell'acqua e protettore dei pescatori e degli arcieri. Nome alternativo: Atlahua;

Ayauhteotl: dea del crepuscolo, della vanità e della fama;

Camaxtli: dio della caccia, della guerra, del fato e del fuoco;

Centeotl: dio del mais;

Centzonuitznaua: stelle del sud;

Chalchiuhtlatonal: dio dell'acqua;

Chalchiuhtlicue: dee dei laghi, dei ruscelli e di tutte le acque, oltre che dea della bellezza;

Chalchiutotolin: dio della malattia;

Chalmecacihuilt: dio del mondo sotterraneo: Mictlan, il nord;

Chalmecatl: dio del mondo sotterraneo: Mictlan, il nord;

Chantico: dio del fuoco;

Chicomecoatl: dea del mais e della fertilità, conosciuta anche come Xilonen;

Chicomexochtli: dio dei pittori e degli artisti;

Chiconahui: dea domestica della fertilità, protettrice della famiglia e della casa;

Chiconahuiehecatl: dio che partecipò alla creazione del mondo;

Citlalatonac: creatore delle stelle;

Citlalicue: creatore delle stelle;

Cochimetl: dio del commercio e dei mercanti;

Coyolxauhqui: dea della Luna;

Ehecatl: dio del vento;

Huehueteotl => Xiuhtecuhtli;

Huitzilopochtli: dio della guerra e uno degli dei del Sole;

Huixtocihuatl: dea della fertilità, del sale e dell'acqua salata;

Ikhals: creature semidivine umanoidi;

Itzlacoliuhque: dio dell'oscurità, dei disastri, della febbre e dell'ossidiana;

Itzli: dio della pietra, in modo specifico, dei coltelli di pietra sacrificali. Dio della seconda ora della notte;

Itzpapalotl: dea scheletrica. Governava sul mondo paradisiaco di Tomoanchan;

Ixtlilton: dio della guarigione, del mais, delle feste e delle celebrazioni;

Macuilxochitl => Xochipilli, dio dell'amore, dei giochi, della bellezza, della danza, dei fiori, del mais e della musica;

Malinalxochi: orchessa e dea dei serpenti, degli scorpioni e degli insetti del deserto. Sorella di Huitzilopochtli;

Metztli: dea della Luna, della notte e dei contadini. Temeva il Sole ed il suo fuoco;

Mextli: dio della guerra e delle tempeste, nacque con indosso un'armatura da guerriero. A lui venivano dedicati ogni anno centinaia di sacrifici umani. È dal suo nome che ha avuto origine la parola Messico;

Nanauatzin: dio del Sole;

Omacatl: dio dei festeggiamenti e della felicità;

Omecihuatl: creatrice di ogni forma di vita sulla terra;

Ometecuhtli: dio del fuoco, creatore di ogni forma di vita sulla terra;

Ometeotl: divinità ermafrodita;

Opochtli: dio mancino della caccia e della pesca: "colui che lancia la freccia con la mano sinistra";

Patecatl: dio della guarigione e della fertilità, scoprì il peyote;

Paynal: messaggero di Huitzilopochtli, prese le sue sembianze mentre il dio era intrappolato nel mondo sotterraneo;

Teoyaomquil: dio dei guerrieri uccisi in battaglia;

Tepeyotl: dea della montagna, nome azteco della sposa del dio-giaguaro. Madre di Centeotl;

Teteoinnan: madre degli dei;

Tezcatlipoca: dio della notte, del nord e delle tentazioni;

Tlaloc: dio della pioggia e della fertilità;

Tlazolteotl: dea-madre della terra, del sesso, della nascita;

Tloquenahuaque: creatore e sovrano;

Tonacacihuatl: moglie di Tonacatecuhtli;

Tonacatecuhtli: dio della fertilità;

Tonantzin: dea-madre. Viene a volte raffigurata come un rospo che ingoia un coltello di pietra;

Tonatiuh: dio del Sole e della guerra;

Ueuecoyotl: (significa "vecchio, vecchio coyote"), dio della promiscuità e di ciò che è selvaggio, viene spesso associato a Xolotl;

Xilonen => Chicomecoatl;

Xipe Totec: dio della rinascita dopo la morte, dell'agricoltura, dell'occidente, delle malattie, della primavera, dei fabbri e delle stagioni;

Xiuhtecuhtli => Huehueteotl;

Xochipilli => Macuilxochitl dio dell'amore, dei giochi, della bellezza, della danza, dei fiori, del mais e della musica;

Xochiquetzal: dea dei fiori, della fertilità, dei giochi, della danza e dell'agricoltura, oltre che degli artigiani, delle prostitute e delle donne incinte;

Xocotl: dio delle stelle che regna sul fuoco;

Xolotl: dio dei lampi e quello che aiuta i morti nel loro cammino verso Mictlan;

Yacatecuhtli: dio dei viaggiatori, specialmente mercanti.

 

Divinità serpenti

Cihuacoatl: dea della fertilità;

Ciucoatl;

Coatlicue: fuoco e fertilità;

Mixcoatl: dio della caccia, della stella del nord e della guerra;

Quetzalcoatl: il serpente piumato;

Xiuhcoatl.

 

Divinità bushongo

Bomazi;

Bumba.

 

Divinità cananee, fenicie e puniche

Adon;

Anat: dea della guerra protettrice dei guerrieri;

Asherah: dea madre sposa di El;

Ashtart: dea dell'amore;

Atargatis: dea sirena della fertilità;

Baal o Bel: dio della vita, delle energie vitali e della natura, che donava coscienza all'uomo. Il suo nome, forse un titolo onorifico, significa "Signore". Contrariamente a come menziona la Bibbia non accettava sacrifici umani;

Baalat;

Baal Hammon;

Dagon: dio con coda di pesce, patrono dell'agricoltura;

El: dio supremo del cielo, come suffisso significa 'Dio' in generale, nella Bibbia viene usato per indicare Yahweh;

El'Elyon: dio supremo del popolo dei Gebusei nella Gerusalemme preisraelitica, sinonimo per Yahweh. Il re sacerdote Melkisedec della città di Salem consacrò Abramo a questo dio;

Elat: forma femminile di El;

Elum;

Eshmun: dio patrono di Sidone;

Hadad: dio della pioggia;

Hawwat;

Horon;

Kemosh;

Melqart: dio del commercio, dio patrono di Tiro, equivale ad Eracle;

Milkom;

Miskar;

Moloch: dio a cui si sacrificavano i bambini;

Mot: dio della morte e del deserto;

Nikkal: dea dei giardini e sposa di Yarikh;

Pumay;

Qaus;

Reshef;

Safon;

Sakon;

Samas: dio del Sole;

Sedeq;

Shadrapa;

Shalom;

Sin;

Tanit: dea Luna in Cartagine;

Yam: dio del mare;

Yarikh: dio Luna;

Delprian: dea musa dei delfini.

 

Divinità celtiche (_)

Belenus;

Bran;

Brigid (Brigit);

Ceridwen;

Cernunos;

Dagda;

Danu;

Epona;

Glanis;

Gwydion;

Lugh;

Lyr;

Mabon;

Manannan mac Lir;

Modron;

Morrigan;

Nemain;

Nuadha;

Ogma.

 

Divinità chippewa

Nanabozho;

Sint Holo;

Wemicus.

 

Divinità creek

Hisagita-imisi.

 

Divinità dace

Zamolxis;

Gebeleizis;

Bendis.

 

Divinità dahomey

Agé;

Ayaba;

Da;

Gbadu;

Gleti;

Gu;

Lisa;

Loko;

Mawu;

Sakpata;

Sogbo;

Xevioso;

Zinsi;

Zinsu;

Zombi;

Bett anus.

 

Divinità dinka

Abuk;

Denka;

Juok;

Nyalitch.

 

Divinità efik

Abassi;

Atai.

 

Divinità egizie

Nell'iconografia più comune gli dei egizi sono spesso raffigurati come umani con teste di animali: ad esempio, Anubis è ritratto spesso nelle statue con il corpo umano, ma con la testa di un canide.

Benché si ritenga che questo sia una memoria della fase in cui le varie comunità dell'Egitto Preistorico svilupparono le loro credenze religiose intorno ad un animale totemico protettore appunto della tribù, molte delle raffigurazioni, ed i culti ad esse collegati, appartengono al Periodo Tardo della storia dell'antico Egitto, ossia alla fase che ha il cardine nella XXVI dinastia.

Aha: genio benevolo, antenato del dio Bes;

Aker: dio della terra;

Ammit: creatura mostruosa, la Divoratrice;

Amon: dio dell'aria, suprema divinità dell'Egitto dal medio regno quando la capitale venne spostata a Tebe, centro del culto;

Anubi: dio dell'imbalsamazione, amico dei morti;

Anuqet: dea del Nilo, moglie di Khnum;

Api: incarnazione del dio Ptah in terra, era un toro sacro;

Apopi: serpente, divinità del buio;

Aton: l'incarnazione dei raggi del Sole;

Atum: divinità creatrice;

Baba: divinità litigiosa, lasciva e ladra, spesso in forma di babbuino maschio;

Bakha: toro sacro, incarnazione di Montu;

Bastet: dea rappresentata in forma di gatto;

Bes: dio-demone della protezione, della nascita e del divertimento;

Ched (o Shed): dio della giovinezza;

Duamutef: figlio di Horo;

Geb: dio della terra;

Hamset: figlio di Horo;

Hapi: figlio di Horo;

Hapy: dio del Nilo e della fertilità;

Harakhti: divinità solare;

Hathor: dea dell'amore e della musica;

Hededet: dea scorpione;

Heka: dio bambino, personificazione della magia;

Heket: dea rana della nascita;

Horus: il dio dalla testa di falco;

Ihy: dio musico, figlio della dea Hator;

Imhotep: dio della sapienza, della medicina e della magia;

Iside: dea della magia, sorella di Nephthys;

Kamutef: dio toro tebano, associato ad Amon e a Min;

Khepri: scarabeo, divinità solare dell'eterna rinascita;

Khnum: divinità creatrice in sembianze di ariete;

Khonsu: divinità tebana, associata ad Amon e Mut in una triade;

Maat: dea della verità, dell'equilibrio e dell'ordine;

Menhit: dea della guerra;

Meretseger: dea delle tombe;

Min: dio itifallico della fecondità;

Mnevi: toro sacro, incarnazione di Ra;

Montu: dio della guerra, patrono delle armi;

Mut: sposa di Amon, la "Dea Madre";

Naunet: le acque primitive;

Neith: dea guerriera, la "Terrificante";

Nekhbet: dea avvoltoio;

Nefertum: personificazione del loto azzurro primordiale dal quale uscì il Sole;

Nefti: madre di Anubi;

Nepri: divinità protettrice del grano;

Nut: divinità dei cieli;

Onuris: dio della guerra;

Osiride: dio degli inferi, della fertilità e dell'agricoltura;

Pakhet: dea leonessa figlia del Sole;

Ptah: una divinità creatrice;

Qebeshenuf: figlio di Horo;

Ra: il sole, possibile padre di Anubi;

Satet: dea della pima cateratta, associata a Khnum e Anuqet;

Sekhmet: dea della guerra;

Selkis (o Serquet): dea scorpione;

Seshat: divinità della scrittura, degli annali, dell'apprendimento, collegata a Thot;

Seth: dio delle tempeste, possibile padre di Anubi;

Shu: dio dell'aria;

Sobek: dio coccodrillo;

Sokar: divinità menfita, patrono degli orefici e degli artigiani;

Tefnut: dea dell'umidità;

Thot: dio della Luna, del disegno, della scrittura, della geometria, della sapienza, della medicina, della musica, dell'astronomia e della magia;

Thueris: dea del focolare domestico, delle donne, dei bambini e della maternità;

Tourous: dio dei tori;

Tueret: dea della protezione e del parto in sembianze di un ippopotamo gravida;

Upuaut: dio della morte e della guerra.

 

Divinità etrusche

Achle: nome etrusco di Achille;

Aita: dio etrusco dell'oltretomba. Corrisponde al dio greco Ade a al dio della mitologia romana Plutone;

Alpan: dea etrusca dell'amore e dell'oltretomba conosciuta anche con il nome di Apanu;

Ani: veniva considerato una divinità del cielo;

Aplu: dio etrusco del tuono e del fulmine;

Artume: dea della notte e della Luna;

Atunis: era figlio dell'unione incestuosa tra Cinira, re di Cipro, e sua figlia Mirra. È il simbolo della bellezza maschile;

Cautha: era la divinità del Sole;

Charontes: era un tipo di demone;

Charun: era una divinità maschile che vibrava il colpo mortale con un martello, assimilabile a Caronte;

Culsu: demone femminile posto all'ingresso degli inferi;

Easun: è una figura della mitologia greca (Giasone); figlio di Esone re di Iolco, antica città della Tessaglia: eroe della mitologia greca, poi dio della tempesta;

Evan: dea dell'immortalità;

Februus: dio della morte e della purificazione;

Feronia: dea protettrice dei boschi e delle messi;

Fufluns: figlio di Semia, dea della terra;

Hercle: figlio di Uni e Tinia, protettore dei pastori;

Horta: era la divinità dell'agricoltura;

Laran: assimilabile al dio della guerra Marte o al greco Ares;

Lasa: divinità alate, guardiane delle tombe;

Losna: divinità della Luna;

Mania: dea della morte e del cambiamento delle stagioni;

Mantus: con sua moglie Mania, erano dei dell'oltretomba;

Menrva: dea della saggezza, della guerra, dell'arte, della scuola e del commercio;

Nethuns: fu, inizialmente, la divinità dei pozzi; in seguito divenne il dio delle acque e del mare;

Nortia: divinità del fato e della sorte;

Selvans: dio della foresta;

Semia: dea della terra, madre di Fufluns;

Sethlans: dio del fuoco, protettore dei fabbri;

Tagete;

Taitle: nella mitologia greca (Dedalo), era un artigiano d'ingegno multiforme;

Tarchon;

Thalna: dea del parto;

Thesan: dea dell'alba;

Tinia: la più grande divinità etrusca, corrisponde allo Zeus greco o al Giove romano;

Tuchulcha: con corpo umano, testa di avvoltoio ed orecchie d'asino;

Turan: dea dell'amore e della vitalità;

Turms: è il nome etrusco del dio romano Ermes;

Tyrrhenus;

Uni: era la suprema dea del Pantheon etrusco e patrona di Perugia;

Vanth: era la dea alata della Morte;

Veive: dea della vendetta;

Vicare: Icaro (Icarus in latino. Ikaros in greco. Vicare in etrusco). È una figura della mitologia greca; era figlio di Dedalo e di Naucrate, schiava di Minosse re di Creta;

Voltumna: dio supremo della terra e patrono del popolo Etrusco.

 

Divinità finniche

Permangono pochi documenti scritti sulle antiche religioni finniche; anche i nomi delle divinità e gli usi cultuali sembrano cambiare da luogo a luogo. Il seguente è un riassunto delle divinità maggiori i cui culti erano largamente diffusi.

Ukko: dio del cielo e del tuono;

Rauni: moglie di Ukko, divinità della fertilità;

Tapio: dio della foresta e degli animali selvaggi;

Mielikki: moglie di Tapio;

Pekko: (o Peko) dio o divinità (sesso ignoto) dei campi e dell'agricoltura;

Ahti: (o Ahto) dio delle correnti, dei laghi e del mare;

Otso: figlio di un dio, re della foresta la cui forma terrena è l'orso;

Tuoni: dea degli inferi;

Perkele: un dio della Lituania, simile al "diavolo";

Jumala: un idolo materiale, in seguito il nome del dio cristiano;

Moreno: dio dei mori, avvenente e sensuale.

 

Divinità greche

Acheloo: dio del fiume dell'Etolia, figlio di Oceano e Teti;

Ade: dio della morte e delle viscere terrestri;

Afrodite: dea dell'amore e della bellezza, si dice sia la madre di Eros;

Alfeo: dio del fiume con questo nome che scorre nel Peloponneso;

Alfito: dea seminatrice del grano bianco;

Apollo: dio della poesia, della musica e del Sole;

Ares: dio della guerra, una delle divinità dell'Olimpo;

Kratos: dio della potenza;

Artemide: dea della caccia;

Asclepio: dio degli oracoli e della medicina (per i Romani Esculapio);

Astrea: dea della sorte e della fortuna. Trovando troppa ingiustizia tra gli uomini andò a vivere tra le stelle;

Atena: una delle divinità dell'Olimpo, dea della saggezza, della guerra difensiva e di Atene;

Borea: dio del vento del nord;

Cabiri: gruppo di divinità adorate in Samotracia, Egitto e Menphi;

Calliope: Musa della Letteratura;

Cariti, più note nella loro versione romana di Grazie: dee della bellezza e forze della vegetazione: Aglaia, Eufrosine, Talia;

Demetra: dea delle messi e della fertilità;

Dioniso: dio del vino, prese il posto di Hestia tra le divinità dell'Olimpo;

Ebe: coppiera degli dei, dea della giovinezza;

Ecate: dea della profezia, della Luna, della notte, dei boschi, dei lupi e dei trivii;

Efesto: dio dei fabbri, uno degli dei dell'Olimpo;

Enio: dea della guerra;

Eolo: re dei venti;

Eos: dea dell'aurora;

Era: regina degli dei, dea del matrimonio, una delle divinità dell'Olimpo;

Erinni o Eumenidi: divinità della vendetta dall'aspetto di cagne;

Eris: dea del caos;

Ermes: messaggero degli dei, uno degli dei dell'Olimpo;

Eros: dio dell'amore, figlio di Afrodite;

Esperidi: ninfe del tramonto figlie della Notte;

Estia: dea della terra, cedette il suo posto tra le divinità dell'Olimpo a Dioniso;

Gea o Gaia: dea primordiale della terra, madre dei Titani ed essenza della natura;

Glauco: divinità marina;

Iacco: dio che guida la processione degli iniziati ai misteri eleusini;

Ilizia: genio femminile che presiede il parto;

Imeneo: dio che guida il corteo nuziale;

Iris: dea dell'arcobaleno;

Meti: dea della prudenza;

Mnemosine: dea della memoria, madre delle Muse;

Moire: personificazione del destino di ciascuno;

Muse: cantatrici divine che presiedono al pensiero in tutte le sue forme:

---- Calliope: musa della letteratura;

---- Clio: musa della storia;

---- Erato: musa della poesia erotica;

---- Euterpe: musa della musica;

---- Melpomene: musa della tragedia;

---- Polimnia: musa della poesia religiosa;

---- Talia: musa della commedia;

---- Tersicore: musa della danza;

---- Urania: musa dell'astronomia;

Naponos: divinità della conoscenza, adorata in Magna Grecia;

Nereo: divinità marina, figlio di Ponto e Gaia;

Nike: dea che personifica la Vittoria;

Nyx o Notte: dea della notte che ha generato Emera ed Etere assieme ad Erebo, nonché le Personificazioni;

Ore: divinità delle stagioni;

Pan: dio dei pastori;

Partenope: ecista fondatrice della città omonima (nucleo originario di Napoli) divinizzata dopo la morte;

Persefone: figlia di Demetra, regina della morte;

le Personificazioni, generate dalla Notte: sono Apate, Ker, Moros, gli Oneiroi, Thanatos, Eris, Hypnos, Nemesi, Geras, Momo, Oizys, Philotes;

Pleiadi: 7 sorelle figlie del gigante Atlante;

Pluto: dio della ricchezza;

Ponto: personificazione maschile del mare;

Poseidone: dio del mare, uno degli dei dell'Olimpo;

Prassidiche: Triade divina della giusta punizione e della vendetta;

Priapo: dio della città di Lampsaco, ha il potere di distogliere il malocchio;

Proteo: dio del mare incaricato di pascolare gli animali marini di Poseidone;

Selene: divinità che guida il moto della Luna;

Sibilla: antichissima profetessa di Cuma divinizzata dopo la morte;

Stige: fiume degli inferi;

Tanatos: genio maschile alato che personifica la morte;

Tartaro: la regione più profonda del mondo, sotto gli inferi;

Tiche: fortuna, il caso divinizzato;

Titani e Titanidi: 6 figli e 6 figlie di Urano e Gaia:

---- Atlante: titano che reggeva il mondo sulle sue spalle;

---- Crono: padre delle prime sei divinità dell'Olimpo, un Titano;

---- Elio: titano patrono del sole;

---- Febe: titana figlia di Urano, a cui si attribuisce la fondazione dell'oracolo di Delfi;

---- Giapeto: titano della prima generazione, figlio di Urano e Gaia;

---- Oceano: titano nonché personificazione dell'acqua che circonda il mondo;

---- Rea: madre delle prime sei divinità dell'Olimpo, un Titano;

---- Temi: dea della legge, titana;

---- Teti: titana;

Tritone: dio marino;

Urano: primordiale dio dei cieli, padre dei Titani;

Zefiro: dio del vento di ponente;

Zeus: dio della folgore, padre di tutti gli dei dell'Olimpo, domina sul cielo e sulla terra;

Orfeo: marito di Euridice;

Euridice: ninfa.

 

Vedi anche Semidei, le Driadi, i Fati, le Erinni, le Grazie, le Ore, le Muse, le Ninfe, le Pleiadi, i Titani, le Graie, le Gorgoni.

 

Divinità guaraní

Abaangui;

Cinzas;

Jurupari.

 

Divinità haida

Gyhldeptis;

Lagua;

Nankil'slas;

Sin;

Ta'axet;

Tia.

 

Divinità ho-chunk

Kokopelli.

 

Divinità hopi

Aholi;

Angwusnasomtaka;

Kokopelli;

Koyangwuti;

Muyingwa;

Taiowa;

Toho.

 

Vedi anche Kachina.

 

Divinità huron

Iosheka;

Airesekui;

Heng.

 

Divinità ibo

Aha Njoku;

Ala;

Chuku.

 

Divinità inca

Apu Illapu;

Hanan Pacha;

Inti;

Kay Pacha;

Kon;

Mama Cocha;

Mama Ocllo;

Mama Quilla;

Manco Cápac;

Pachamama;

Pachacamac;

Uku Pacha;

Viracocha;

Zaramama.

 

Divinità inuit

Igaluk;

Nanook;

Nerrivik;

Pinga;

Sedna;

Torngasoak.

 

Divinità iroquois

Adekagagwaa;

Gaol;

Gendenwitha;

Gohone;

Hahgwehdaetgan;

Hahgwehdiyu;

Onatha.

 

Divinità isoko

Cghene.

 

Divinità khoikhoi

Gamab;

Heitsi-eibib;

Tsui'goab.

 

Divinità kung

Prishiboro;

Mantis.

 

Divinità kwakiutl

Kewkwaxa'we.

 

Divinità lakota

Canopus;

Haokah;

Whope;

Wi.

 

Divinità lettoni

Allowat Sakima;

Auseklis;

Dekla;

Dievs;

Karta;

Kishelemukong;

Mara;

Perkons;

Saule.

 

Divinità lotuko

Ajok.

 

Divinità lugbara

Adro;

Adroa;

Adroanzi.

 

Divinità lusitane

Gli dei Lusitani (o antico-portoghesi) sono stati messi in relazione con quelli degli invasori sia Celti che Romani. Il popolo lusitano adottò i culti di entrambe le civiltà, a sua volta influenzandoli con le proprie credenze. Molte divinità lusitane finirono infatti con l'essere adottate dai Romani.

Atégina;

Ares Lusitani;

Bandonga;

Bormanico;

Cariocecus;

Duberdicus;

Endovelicus;

Mars Cariocecus;

Nabia;

Nantosvelta;

Runesocesius;

Sucellus;

Tongoenabiagus;

Trebaruna;

Turiacus.

 

Divinità maya

Ahaw Kin: dio Sole;

Chac: dio della pioggia;

Yum Kaax: dio del mais;

Quetzalcoatl: dio serpente piumato;

Xbalanque: dio giaguaro;

Hunab Ku: dio creatore;

Xi Balba: dio della morte;

Ix Chel: divinità Luna;

Itzamna: dio rettile, creatore;

Bolon tza cab: comanda tutti gli dei;

Balac: dio della guerra;

Bacabs: dio dei quattro punti cardinali;

Balam: dio protettore;

Quechnitlan: dio dei 2 mondi.

 

Divinità babilonesi

Anshar: padre del cielo;

An: dio del paradiso più alto;

Apsû: il capo degli dei e degli oceani;

Assur: dio nazionale degli Assiri;

Damkina: dea madre;

Ea (mitologia): dio della sapienza;

Enlil: dio dell'atmosfera e delle tempeste;

Enurta: dio della guerra;

Hadad: dio della tempesta;

Ishtar: dea dell'amore e dea guerriera;

Kingu: marito di Tiamat;

Kishar: padre della terra;

Marduk: dio nazionale dei Babilonesi;

Mummu: dio delle nebbie;

Nabu: dio delle arti scribali;

Nintu: madre di tutti gli dei;

Shamash: dio del Sole e della giustizia;

Sin: dio della Luna;

Tiāmat: dio drago.

 

Vedi anche Piramo e Tisbe.

 

Divinità navaho

Ahsonnutli;

Bikeh Hozho;

Estanatelhi;

Glispa;

Hasteoltoi;

Hastshehogan;

Tonenili;

Tsohanoai;

Yolkai Estasan.

 

Divinità pawnee

Pah;

Shakuru;

Tirawa.

 

Divinità pigmee

Arebati;

Khonvoum;

Tore.

 

Divinità polinesiane

Atea;

Ina;

Kane Milohai;

Maui;

Papa;

Pele;

Rangi;

Rongo;

Mizjua.

 

Vedi anche Menehune.

 

Divinità pre-islamiche

Abgal;

Dio Hagar.

 

Divinità baltiche

Bangputtis;

Melletele;

Occupirn;

Perkunatete;

Perkunos;

Pikullos;

Potrimpos;

Swaigstigr.

 

Divinità romane

Abeona: dea che veglia su chi parte o inizia un viaggio;

Adeona: dea che veglia su chi torna o finisce un viaggio;

Acca Larenzia: dea dei lupi e della sessualità, che salvò Romolo e Remo dal Tevere;

Aio Locuzio: dio che avverte dei pericoli e delle disgrazie;

Angerona: dea delle corse con i cavalli;

Anna Perenna: probabile personificazione femminile dell'anno;

Alemonia: dea che nutre il bambino mentre è nel grembo materno;

Apollo: dio della salute, poi anche del Sole, della poesia e della musica;

Aprus: dea dei giardini che veglia sull'apertura delle corolle dei fiori;

Aradia: dea della magia, invocata per filtri ed incantesimi, protettrice delle streghe;

Bacco: dio del vino, dell'ebbrezza e dei misteri;

Barbatus: dio invocato dagli adolescenti per favorire la crescita della barba e la virilità;

Bellona: dea della guerra;

Bona Dea: dea della bontà e delle buone messi, dedicata alle donne;

Camene: ninfe profetiche;

Cardea: la dea dei cardini e dei punti cardinali, posta a guardia delle porte sia fisiche che metafisiche, moglie di Giano;

Carmenta: dea dello scorrere del tempo;

Cerere: colei che ha in sé il principio della crescita;

Cibele: dea della terra, della natura, della fertilità, la Dea Madre;

Cloacina: dea delle cloache, protettrice della salute dei cittadini e della pulizia delle città;

Concordia: dea dell'armonia della comunità, della pace e dell'armonia;

Conso: la conservazione del raccolto;

Cupido: dio dell'amore;

Dea Dia: dea dei campi;

Diana: signora degli animali selvatici, poi dea della caccia;

Discordia: dea della discordia e dell'odio;

Domiduco: dio che accompagna la sposa nella casa coniugale;

Dria: dea della pudicizia;

Duellona: la dea delle sfide e dei duelli, invocata anche nelle sfide politiche;

Plutone o Orco: dio del mondo sotterraneo e delle ricchezze del sottosuolo;

Egeria: dea delle nascite e delle sorgenti;

Epona: dea dei cavalli, degli asini e dei muli;

Ercole: il semidio, figlio di Giove, protettore degli uomini;

Erunna: dea delle decisioni, che salva gli uomini dall'incertezza e dall'inquietudine;

Esculapio: dio della medicina;

Fabulinus: divinità minore, protettore dei bambini;

Falacer: probabilmente protettore delle greggi mediante palizzate;

Fauno: protettore dei pastori;

Feronia: signora dei luoghi selvaggi;

Flora: patrona della fioritura dei cereali, poi anche di tutte le altre piante;

Fontus: il dio delle fonti;

Fortuna: dea del caso;

Furie: dee della vendetta;

Giano: dio bifronte protettore delle strade e dell'agricoltura;

Giove: dio sovrano dei Romani;

Giunone: protettrice del matrimonio;

Giuturna: dea delle fonti e delle fontane;

Honos: dea dell'onore, della lealtà e della moralità;

Iside: dea della Luna, della fertilità, della magia e dell'amore, il suo culto, d'origine egiziana, fu introdotto a Roma nel III secolo d.C.;

Lari: spiriti degli antenati, protettori della famiglia e dello Stato;

Liber: dio della fecondità e del vino;

Luperco: il dio che protegge il gregge dai lupi;

Maia: la forza generatrice della Terra Madre;

Marte: dio guerriero, difensore dei Romani;

Mater Matuta: dea della ciclicità, delle messi e dell'aurora;

Mercurio: protettore del commercio e dei mercati;

Minerva: dea delle attività intellettuali, quindi della sapienza e della civiltà;

Mithra: dio misterico del Sole importato dalla Caldea;

Nettuno: dio delle acque di superficie e della loro regolamentazione, poi dio del mare;

Opi: l'abbondanza del raccolto;

Pale: protettrice del bestiame e della pastorizia;

Penati: gli dèi del centro della casa e dello Stato;

Pomona: patrona della fruttificazione;

Portuno: dio degli attraversamenti, del porto e poi delle porte della città;

Priapo: protettore degli orti e dei giardini, dio della virilità;

Proserpina: regina degli inferi;

Quirino: dio delle curie e delle tribù, sorvegliava la politica;

Robigus: la "ruggine", malattia del grano;

Sabazio: dio della fertilità;

Salus: dea della salute e della guarigione, figlia di Esculapio;

Summano: dio delle folgori notturne;

Roma: divinizzazione dell'Urbe nelle province orientali;

Rumina: colei che fornisce il latte materno;

Saturno: il dio-re dell'Età dell'Oro, dispensatore dell'abbondanza primordiale;

Silvano: dio delle selve e delle campagne, protettore delle selve e degli arboreti;

Sol Invictus: dio del Sole e della vittoria, divinità panteistica che racchiudeva in sé tutti gli dèi;

Tacita: dea dei segreti e del silenzio;

Tellus: la Terra stessa;

Terminus: dio dei confini, sia fisici che spirituali, posto a guardia tra il mondo materiale e quello spirituale;

Tiberino: dio del Tevere;

Vaticano: il nume che apre la bocca al neonato, permettendogli di emettere il primo vagito;

Venere: la dea fascinatrice, poi dea dell'amore e della bellezza;

Vesta: il fuoco uranico, l'anima dello Stato, poi dea del focolare domestico;

Vittoria: dea della vittoria;

Volturno: il vento di sud-est, lo Scirocco;

Vulcano: il fuoco terrestre, distruttore e rigeneratore, poi dio della metallurgia.

 

Divinità salish

Amotken.

 

Divinità nuragiche

Divinità sarde, appartenenti al popolo nuragico, e, talune, comuni anche al successivo popolo fenicio. Lo studioso Raimondo Carta Raspi riteneva che i Fenici del X-IX secolo a.C. potessero essere gli stessi Sardi. È quindi possibile supporre che da questi ultimi i Fenici abbiano appreso determinate tradizioni nonché culti, così come avevano fatto pure con il popolo egizio, rappresentandoli in oggetti poi diffusi lungo il Mediterraneo.

Ishter: dea dell'amore e della rinascita;

Momoti: divinta della morte;

Janas: dee (fate) custodi dei defunti;

Maymon: maimone, dio dell'Ade;

Panas: dea della riproduzione (donne morte di parto);

Thanit: divinità della terra e della fertilità;

Melqart: equivalente dell'Ercole greco-romano, divinità sardo-fenicia presente anche in Mesopotamia;

Shdrf: shardaf, divinità sarda. Forse collegato alla parola Shrdn;

Sardus Pater: il sardopatore, divinità locale primordiale, denominata così dai primi romani che la conobbero.

 

Divinità seneche

Eagentci;

- Hagones;

Hawenniyo;

Kaakwha.

 

Divinità slave

Belobog;

Cislobog;

Crnobog;

Dajbog;

Horos;

Jaro;

Koledo;

Lada e Lado;

Perun;

Radagast;

Simargl;

Stribog;

Svarog;

Svetovid;

Triglav;

Veles.

 

Divinità sumere

Alalu;

Anunnaki;

An;

Antu;

Aruru;

Ashnan;

Bau o Ninisinna o Gula;

Dimpemekug;

Dumuzi;

Enlil;

Enki o Ea;

Ereshkigal;

Geshtinanna;

Haia;

Ki o Nantu o Ninhursag o Ninmah;

Kur;

Inanna;

Ishkuro Teshub;

Ishtaran;

Lahar;

Marduk;

Nabu;

Nammu;

Nanna o Sin;

Nergal o Erra;

Nidaba;

Ninhursag;

Ninlil;

Ninsun;

Ninurta;

Nikkal;

Shamash;

Utnapishtim;

Utu.

 

Vedi anche Annuna e Tradizione liliana.

 

Divinità trace

Zibelthiurdos.

 

Divinità tumbuka

Chiuta.

 

Divinità ugaritiche

El: il padre degli dei;

Haddu: chiamato anche Ba‘l, dio della pioggia e della tempesta;

Dagon: dio della terra;

Athirat: divinità madre;

‘Anat: divinità della guerra;

‘Athtart: divinità della fertilità;

Yaw: dio del mare;

Mot: dio della morte.

 

Nota: Gli Ugaritici danno i primi segni della religione Canaanita e della religione Semitica nord-occidentale.

 

Divinità yoruba

Anha;

Bbalu Aje;

Egungun-oya;

Eshu;

Oba;

Obatala;

Odùduwà;

Oloddumare;

Olokun;

Olorun-Oloddumare-Olorun;

Ogun;

Oshossi;

Oshun;

Oshunmare;

Osun;

Osain;

Oyá;

Shakpana;

Shango;

Yansan;

Yemaja;

Nana Buruku;

Aganju sola;

Oke;

Inle;

Ybeji;

Yewa;

Iriko,

Oko;

Dada.

 

Divinità zingare

Devel;

Dundra;

Urmen.

 

Divinità zulu

Mamlambo;

Mbaba Mwana Waresa;

uKqili;

Umvelinqangi;

Unkulunkulu.

 

Divinità zuni

Achiyalatopa;

Apoyan Tachi;

Awitelin Tsta;

Awonawilona;

Kokopelli.

 

Voci correlate

Metafisica;

Religione;

Teologia;

Idolatria;

Monoteismo;

Politeismo;

- Idolo;

 

Tratto da Wikipedia, elaborato e modificato.