Cultura & Informazione da...

Associazione culturale

Idee & Sapori

P.IVA e Cod.fisc.:

04 87 64 90 28 7

 

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Contatti

Presidente: Bartolomei Loris

Vice-Presidente: Zaupa Orietta

 

Informativa sulla Privacy
e sulla navigazione del sito

Cerca nel sito

Collaborazioni

Partnes istituzionali

 

 

AssoCuochi Treviso

 

 Il Guado dell'Antico Mulino

 

Loco card

 

Progetti e partecipazioni

 

Comunità dei

Bisicoltori Veneti

 

 Tavolo di coordinamento

dei Prodotti tipici

della Provincia di Padova

 

Tesseramento

 

 

Promozione eventi

Aiutaci a crescere,

clicca Mi Piace ...

 

Promozione eventi:

 

 

Higa Teruo

una vita dedicata alla Tecnologia EM

 

Descrizione

Il prof. Teruo Higa è docente di giardinaggio tropicale presso la Facoltà di Agraria dell’Università Ryukyu di Okinawa, Giappone. Il Professor Higa ha scoperto dopo quasi 20 anni di intense ricerche questo miscuglio di microrganismi che si rivelò estremamente utile ed efficace nelle svariate applicazioni.

Durante le sue instancabili ricerche microbiologiche, dedicate alla scoperta di vere alternative all’impiego di sostanze chimiche in agricoltura, Higa nel 1981 scoprì per caso una combinazione ideale di colture microbiche ad effetto sensazionale. Fu lui stesso a dare il nome EM a questa sua scoperta dei microrganismi utili ed efficaci. Ormai la tecnologia EM si è diffusa in più di 160 paesi del mondo intero, dove viene impiegata con grande successo nei settori più diversi. Vi sono dei paesi in cui l’adozione di EM fa addirittura parte del programma di governo (vedi la Thailandia per esempio).

EM è un miscuglio di svariati microrganismi, costituito comunque in gran parte da lactobacilli, da microbi fotosintetici, da lieviti e miceti fermentanti. Questo singolare insieme simbiotico, presente per altro in natura e non manipolato geneticamente, viene impiegato per irrobustire e indirizzare positivamente l’ambiente microbico già esistente, per avviare un processo di rigenerazione e di profilassi contro fenomeni degenerativi o patologici. L’applicazione di EM migliora la qualità e la vigorosità di ogni sistema biologico, permettendo così di incrementare specialmente in agricoltura sia la qualità che anche la quantità del raccolto.

Nel 1993 il Professore Teruo Higa riuscì a dimostrare che alcuni dei microrganismi contenuti in EM, data la loro facoltà di trasformare il loro stato, sono in grado di resistere a temperature superiori a 1.000° C. Nacque così l’idea di fare un impasto di EM ed argilla, procedere alla fermentazione e trasformare questo impasto in ceramica tramite cottura.

Le proprietà dell’argilla permettono infatti di "captare" l’effetto dei microorganismi EM e di immagazzinarli in modo indelebile.

L’azione della ceramica EM é dovuta in parte ad un tipo particolare di raggi infrarossi a onda lunga che esplicano un effetto antiossidante e rigenerante sull’ambiente circondante.

Specialmente l’acqua, sotto questo effetto, risulta purificata e vitalizzata.

Esiste inoltre una sorprendente interazione con le radiazioni elettromagnetiche; infatti la loro pericolosità viene neutralizzata dalla ceramica EM. L’effetto più sorprendente, comunque, si nota sugli organismi viventi (uomo, animali, piante) dove la tecnologia EM manifesta un’azione vitalizzante e vivificante.

Scientificamente dimostrabile è la sua capacità di ridurre essenzialmente il valore potenziale redox (ORP, potenziale-ossidazione-riduzione) da +700 mVolt ad un valore tra -250 e +250 mVolt.

La ceramica EM può essere usata ripetutamente poiché il suo effetto non si riduce neanche dopo anni di impiego.



Bibliografia

Lorch, Anne (2008). Guida pratica ai microrganismi effettivi. Ed. Tecniche Nuove, Milano.

 

Voci correlate

- Tecnologia EM;

- Agricoltura;

- Orticoltura;

- Microbiologia e Microrganismo;

- Biografia;

 

Tratto da Wikipedia, elaborato e modificato.